ARTICOLI

Affitti brevi, convenienza in crescita!

Che Roma fosse cara è da tempo sotto gli occhi di tutti. Questo vale sia per quando si cerca una casa in affitto con i classici contratti 4+4 che quando si vuole solamente passare un romantico weekend di coppia o una due giorni nella Romadabere con gli amici.

“Mapping the world’s prices”, rapporto di Deutsche Bank con focus sulle città rilevanti per il settore finanziario e immobiliare, analizza qualità della vita e prezzi per stile poi un classifica di queste circa 60 metropoli.
Roma risulta posizionata al 40esimo posto. Questo piazzamento è dovuto a statistiche che decretano Roma come la più cara per un viaggio di coppia ma la meno cara per una colazione al bar.
In questo contesto si inserisce il mercato, sempre più interessante e redditizio, degli affitti brevi. 

Secondo ultimi dati riferiti al 2018 la redditività degli appartamenti è in aumento fino al 12% a Roma. Mantengono un treno positivo anche altre importanti città italiane come Firenze e Bologna. Tutto questo grazie all’incremento dei prezzi e del tasso di occupazione. Mettere a reddito il proprio immobile risulta quindi una scelta vincente nonostante la sempre più agguerrita concorrenza, è ufficiale che il trend va verso un concetto di soggiorno che si avvicina più ad un’esperienza “locale”, anche per chi viaggia per business, rispetto al più impersonale e “freddo” usufruire di una bella camera da letto in hotel.

Roma, una delle città trainante di questo fenomeno, ha registrato nel 2018 una media di occupancy 70%, con più del 5% in relazione al 2017 La zona più redditizia considerando prezzo e occupazione rimane Trevi, Campo de’ Fiori e Piazza di Spagna, ma il fenomeno di richiesta è allargato a tutta la Roma Metropolitana.

Se Zurigo è la città in cui si vive meglio, e San Francisco quella in cui si guadagna di più, Roma è tra le città più costose al mondo per un weekend di coppia ma tra le più economiche per bere un cappuccino al bar. A dirlo è “Mapping the world’s prices”, il rapporto di Deutsche Bank che analizza prezzi e qualità della vita in 56 grandi città nel mondo rilevanti per il mercato finanziario mondiale. Roma è alla 40/a in una classifica che vede sul podio Zurigo, Wellington e Copenaghen.
Spicca il fatto che Roma è in classificata al 6/o posto tra le città più costose al mondo per un weekend ‘romantico’ visto che una notte in albergo a 5 stelle con vista per due costa in media 609 dollari.
In compenso Roma è terzultima per il prezzo di un cappuccino (al massimo di 1,9 dollari).